Fatta!

Sulle piste di Geilo e Hemsedal ad allenarsi e gareggiare, negli splendidi e accoglienti chalet a studiare e convivere, immersi nei selvaggi paesaggi nordici. 10 giorni, 20 persone, 16 gradi (sottozero), 8 giorni di allenamento, 1 giorno di gara, 10 materie studiate, 5 torte preparate, 7 film visti, 13 scivolate sul ghiaccio senza conseguenze, 9 saune, 3 baruffe, 18 parole di inglese ripetute all'infinito e molto altro sono i numeri di questa sempre bella esperienza. Abbiamo anche fatto un giorno di viaggio attraverso il Parco Nazionale dell'Hardangevidda per incontrare il paesaggio polare e poi scendere al mare in una sequenza di paesaggi mozzafiato. Un soggiorno che resterà nella memoria di tutti i partecipanti e che speriamo di poter riproporre a chi non ha potuto esserci. Dopo Tarnaby (S), Pyha (F), ora Geilo (N) per una tradizione che qualifica una volta di più il progetto del Gressoney Ski Institut. Giusto per dare un'idea della "nostra" vita", l'aereo del ritorno non ci ha portati a Gressoney, ma direttamente a Roma per andare a farci tartassare dai prof in riva al Mar Tirreno. Pazzi? No........noi!

Guarda il video fatto dai ragazzi, anzi dalle ragazze!